Le principali notizie della settimana - Infrastrutture - 19.03.2020

avatar
Le principali notizie della settimana - Infrastrutture - 19.03.2020

LA SOCIETÀ STRABAG SOSPENDE LE SUE ATTIVITÀ IN AUSTRIA A CAUSA DELL’EPIDEMIA, MA NON IN ROMANIA

L’ASSOCIAZIONE DEI COSTRUTTORI ROMENI RICHIEDE MISURE PER SUPPORTARE LA CATEGORIA

ESPROPRI A BERCENI, POPESTI, LEORDENI E NEL SETTORE 4

I LAVORI ALL’AEROPORTO DI BRASOV SONO GIUNTI AL LORO TERZO STADIO

SENZA L’EPIDEMIA DI CORONAVIRUS L’EDILIZIA AVREBBE AVUTO UN’OTTIMA ANNATA

Strabag sospende le sue attività in Austria almeno fino al 22 marzo osservando così le norme promulgate dal governo di Vienna. All’incirca mille i cantieri interessati dalla decisione del gruppo di costruzioni. Nonostante ciò, il gruppo continua le sue attività in Romania, implementando le misure di sicurezza sanitarie richieste dalle nuove regolamentazioni contro la diffusione del Coronavirus. Riguardo al futuro, rappresentanti di Strabag affermano che non sia ancora possibile definire l’impatto della situazione per le finanze della società, per quanto l’outlook potrebbe essere negativo.

ARACO, l’Associazione dei costruttori edili romeni, ha promosso una serie di misure concernenti il delicato momento affrontato dal Paese a causa dell’epidemia. Per evitare perdite insostenibili, l’Associazione ha proposto una serie di misure da approvare in regime d’urgenza. Un portavoce ha affermato che ci si aspetta un impatto fortemente negativo nel breve e medio periodo, con effetti già immediatamente individuabili.

Sono stati modificati gli espropri per l’esecuzione dell’ampiamento a quattro corsie della circonvallazione nel sud di Bucarest a causa della modifica degli indicatori tecnico-economici del progetto. Gli importi individuali stimati dall'esproprio ammontano a 24.314 mila Lei, assegnati tramite il bilancio statale.

I lavori all’aeroporto di Brasov sono giunti al loro terzo stadio, corrispondente alla costruzione del Terminal passeggeri. Il Consiglio della città ha dato l’ordine d’esecuzione alle imprese che si occuperanno dei cantieri. Queste ultime affermano che riusciranno ad avviare i lavori entro poco tempo. La data d’inizio è stata fissata per il 17 marzo, con una scadenza di circa un anno.

Senza l’epidemia di Coronavirus, l’annata per il settore edilizio sarebbe stata buona, almeno secondo le proiezioni derivanti dai primi mesi dell’anno. Le aziende del settore auspicano l’approvazione di misure efficaci per contrastare gli effetti del COVID-19. Rispetto al gennaio 2019, infatti, quest’anno il volume di lavori era aumentato del 44,5% nello stesso mese. In generale, le commesse sono aumentate con più del 20% in tutti i sottosettori.

Articoli simili
avatar
17.04.2019
Consegna “Guida Paese” all'Ambasciatore della Romania in Italia, George Bologan.
avatar
18.04.2019
Presenta la tua Azienda
avatar
18.04.2019
Confindustria incontra gli imprenditori del Vest
avatar
18.04.2019
ASSOCIAZIONE IMPRENDITORI ITALIANI

We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. We also share information about your use of our site with our social media, advertising and analytics partners who may combine it with other information that you’ve provided to them or that they’ve collected from your use of their services. You consent to our cookies if you continue to use our website

Learn more OK