Il know-how italiano per Timisorara Capitale della Cultura 2021

avatar
Il know-how italiano per Timisorara Capitale della Cultura 2021

Il fundrising è stato affidato alla Adv Communication di Bertola

Roma, 17 ott. (askanews) – Il tema della luce è il fulcro di Timisoara Capitale europea della Cultura 2021 e per illuminare ancora di più l’evento culturale, il più importante dei prossimi cinque anni per la Romania, è stato scelto il know-how italiano. Ad affiancare l’Asociatia Timisoara 2021 – Capitala Europeana a Culturii, sarà infatti la ADV Communication di Giulio Bertola.

La ADV Communication, a capitale interamente italiano, è stata fondata a Bucarest nel 2001 e in oltre 18 anni di attività ha già contribuito a supportare la comunicazione della Romania in momenti delicati per il Paese, collaborando con successo su progetti importanti, con il ministero degli Esteri romeno a Roma nel 2008, e nel 2013 e 2014, con la Direzione d’informazione e Relazioni pubbliche del ministero degli Interni.

Bertola (che già nel 2007 ha partecipato a Sibiu Capitale europea della Cultura) si occuperà del fundraising e della comunicazione per Timi-2021 che prevede tra il 2020 e il 2021 137 eventi tra teatro, arti performative, architettura, design, musica, cinema, letteratura, tradizioni e cibo. Ma è la luce il tema principale, anche perché Timisoara, tra i suoi primati, ha quello di essere stata la prima città in Europa nel 1884 a dotarsi di una rete elettrica e ancora prima nel 1760 il primo centro dell’Impero Asburgico a illuminare le proprie strade con lampade.

“Lumineaza Orasul prin Tine” (Illumina la città attraverso di Te) è lo slogan della manifestazione che prevede entrate totali per coprire i costi pari a 48,5 milioni di euro, di cui 44 milioni da fondi pubblici e la parte restante da privati. Nel periodo 2019-2021 gli organizzatori si aspettano un aumento del volume di turisti per un totale di 400mila visitatori l’anno.

“Sono felice e orgoglioso, di poter dare un concreto contributo professionale a Timisoara 2021 Capitale Europea della Cultura, come imprenditore italiano in Romania, per un evento strategico a livello internazionale, non solo per la città di Timisoara ma anche per l’intero Paese che considero la mia seconda Patria – ha dichiarato Bertola, che è anche socio fondatore di Confindustria Romania e vice presidente vicario – Non si possiede cultura se non si contribuisce a costruirla. Provo inoltre molto entusiasmo per questa nuova sfida anche perchè ho trovato nell’Asociatia Timisoara Capitala Culturale Europeana un team giovane, professionale e soprattutto coeso e determinato, grazie all’attenta guida e alla professionalità del loro direttore esecutivo, Simona Neumann”.

Il cammino di avvicinamento all’appuntamento del 2021 è lungo, tra reperimento delle risorse e di partner ufficiali, ma il lavoro è già iniziato e sfrutterà tutte le caretteristiche uniche che rendono Timisoara una città speciale: fu la prima città dell’Impero austro-ungarico a creare un canale navigabile (il Bega), a realizzare una rete telefonica, a utilizzare il servizio telegrafico, a fare uso dell’asfalto per la pavimentazione stradale e ad avere tre teatri di stato a presentare opere in lingua romena, ungherese e tedesca. Una città all’avanguardia che ha nella stupenda Piata Victoriei un simbolo. Il 20 dicembre 1989 Timisoara divenne la prima città libera dal regime comunista di Nicolae Ceaucescu.

Articole similare
11.10.2019
Confindustria Romania partecipa alla missione a Bacau del Sistema Italia, condotta dall’Ambasciatore Marco Giungi
15.07.2019
CONFINDUSTRIA ROMANIA CONTRO LA CORRUZIONE
07.11.2019
Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate
18.04.2019
Confindustria incontra gli imprenditori del Vest

We use cookies to personalise content and ads, to provide social media features and to analyse our traffic. We also share information about your use of our site with our social media, advertising and analytics partners who may combine it with other information that you’ve provided to them or that they’ve collected from your use of their services. You consent to our cookies if you continue to use our website

Learn more OK